osteoporosi uomo

Osteoporosi regionale migrante, cos’è?

Esiste una forma di osteoporosi detta osteoporosi regionale migrante, cioè localizzata che non coinvolge tutto l’apparato scheletrico ed è tipicamente temporanea. Colpisce tipicamente gli uomini di mezza età e le donne al terzo trimestre di gravidanza. La diagnosi avviene per mezzo di risonanza magnetica.

I sintomi che possono portare, poi, ad approfondimenti diagnostici sono dolori e ridotta funzionalità principalmente alle articolazioni degli arti inferiori che sopportano il peso ma anche avambraccio, polso, mano.

Tipicamente si tratta di una condizione transitoria che dura tra i 6 e 18 mesi e la terapia praticata ha l’obiettivo di limitare i sintomi.

L’aggettivo “migrante” deriva dal fatto che può sparire per poi ricomparire in una zona diversa da quella originale.

Leggi anche...

Provette chimiche colorate.

PFAS ed osteoporosi: una probabile relaz

Le Sostanze Perfluoro Alchiliche (PFAS) potrebbero agire come elementi scatenanti di scompensi endocrini al punto …