Home / Uomo / Rischio di morte più alto per l’uomo dopo una frattura da fragilità
osteoporosi uomo

Rischio di morte più alto per l’uomo dopo una frattura da fragilità

Che anche l’uomo possa soffrire di osteoporosi è chiaro. Quello che probabilmente è meno noto che che l’uomo, rispetto alla donna, ha maggiori probabilità di morte in seguito ad una frattura dovuta all’osteoporosi.

Lo studio

Nonostante le donne abbiamo maggiore probabilità di soffrire di osteoporosi e relative fratture rispetto all’uomo ne sono meno spesso vittime.

A sostenerlo è una ricerca della University of California che ha analizzato le informazioni disponibili in database medici su 1,6 milioni di pazienti a partire dai 65 anni di età ai quali era stata diagnosticata l’osteoporosi e che sono stati vittime di frattura da fragilità tra il  2005 e il 2009.

Un uomo su cinque rischia la morte

Circa l’87 % dei soggetti erano donne e solo il 13 % uomini. È emerso che le donne hanno una probabilità 5 volte superiore agli uomini di subire una frattura da fragilità ma solo un terzo delle probabilità di una seconda nel giro dei tre anni seguenti.

La probabilità di morte ad un anno dalla frattura, infine, è di quasi di un uomo su cinque e di una dona su sette.

Le conseguenze di queste scoperte sono la possibilità di migliorare i modelli che predicono il rischio ed orientare trattamenti, terapie, stili di vita e frequenza dei controlli.

 

 

Leggi anche...

anoressia

Anoressia come causa dell’osteoporosi: un rischio concreto

L’osteoporosi è una seria complicazione per chi soffre di disordini alimentari come l’anoressia. In Italia …