Home / Prevenzione / Come scegliere il bastone da passeggio corretto?
Uomo con bastone da passeggio che scende le scale afferrando il corrimano.

Come scegliere il bastone da passeggio corretto?

Il bastone da passeggio potrebbe essere uno strumento utile a prevenire le complicanze da osteoporosi. Il soggetto osteoporotico, infatti, ha una fragilità ossea tale da poter rischiare fratture con cadute banali. L’argomento sul primo soccorso delle fratture è già stato trattato ma come è ovvio prevenire la frattura è il vero obiettivo. Questo avviene attraverso stili di vita corretti, terapie adeguate, riducendo i rischi (per esempio togliendo i tappeti che potrebbero essere un inciampo) ed riducendo le probabilità di caduta con strumenti come il bastone da passeggio o il deambulatore.

Come scegliere un bastone da passeggio?

Il bastone supporta il peso del corpo e migliora l’equilibrio compensando posture sbagliate. Come si sceglie il bastone corretto?

L’appoggio a terra

La maggior parte delle persone utilizza la versione con un solo “piede” a terra. Quello con 3 o 4 piedini fornisce un equilibrio migliore anche se all’inizio può sembrare più strano da usare.

L’impugnatura

L’impugnatura può essere generalmente scelta in base al gusto personale. Deve evitare di sfuggire ed essere comodo alla presa adattandosi alla mano dell’utilizzatore. Chi soffre di artrosi ed artrite potrebbe preferire impugnature grosse per la difficoltà di serrare totalmente le dita.

La postura

Il corpo, usando il bastone, deve avere comunque una postura ergonomica. Molti bastoni da passeggio sono regolabili ma non tutti: attenzione al momento dell’acquisto. La postura corretta deriva dall’angolo del gomito: impugnando il bastone, l’avambraccio deve essere piegato di circa 15°, leggermente di più se lo scopo del bastone è garantire l’equilibrio. Un buon riferimento è stendere totalmente il braccio lungo il corpo, l’impugnatura deve essere circa all’altezza della piega del polso.

La lunghezza del bastone deve essere aggiustata conseguentemente.

La punta del bastone (l’appoggio a terra)

La punta del bastone deve essere di materiale morbido che abbia un’ottima aderenza a terra e non scivoli.

La punta ve controllata regolarmente e, quando usurato, prontamente sostituita altrimenti si rischia di scivolare.

Quale mano usare e come?

Camminando

Il bastone deve essere impugnato con la mano opposta all’articolazione dolorante o debole e deve essere mossa in avanti contemporaneamente a tale gamba. Il bastone sosterrà il peso quando sarà la gamba in salute a muoversi.

A ben pensarci, quando si cammina normalmente, il corpo porta naturalmente avanti il braccio opposto alla gamba che si muove.

Facendo le scale

Quando si fanno le scale, la regola cambia e la priorità va al corrimano. Il bastone da passeggio va conseguentemente impugnato dalla mano libera.

Salendo, bisognerebbe cominciare lo scalino con la gamba sana afferrando saldamente il corrimano e seguire poi con quella dolorante insieme al bastone.

Scendendo la regola del corrimano rimane sempre valida ma la sequenza diventa:

  1. puntare il bastone sul primo scalino in basso;
  2. scendere con la gamba dolorante;
  3. seguire con la gamba sana.

Il deambulatore

Il deambulatore è un’alternativa in situazioni più gravi da tenere in considerazione quando il semplice bastone non è sufficiente. Esso consiste un un telaio con quattro piedi a terra ed ha la larghezza delle spalle garantendo un maggiore equilibrio. Quelli con le ruote sono comodi me devono essere usati in modo corretto per non scivolare.

Leggi anche...

integratori

Calcio ed integratori di vitamina D potrebbero essere inutili conto l’osteoporosi

Il giusto apporto di calcio e vitamina D sono la base per la prevenzione e …