Home / Alimentazione / Le bibite zuccherate sono un rischio per le ossa?
Vitamina D

Le bibite zuccherate sono un rischio per le ossa?

Le bibite zuccherate sono spesso sotto la lente d’ingrandimento come rischio per la nostra salute. Uno studio recente ha ricercato se vi sia una effettiva correlazione tra di esse ed un rischio per le nostre ossa. Lo studio si è concentrato su 741 donne in pre menopausa e sull’assunzione di bibite zuccherate come quelle gasate, i succhi di frutta con zucchero aggiunto.

Bibite zuccherate o cole?

Per la precisione lo studio non si è focalizzato sulla densità delle ossa in seguito all’assunzione delle bibite zuccherate e nemmeno del rischio frattura bensì della concentrazione di calcidiolo, ottimo indicatore di vitamina D nell’organismo, nel sangue. Abbiamo già visto come questa sia fondamentale per le nostre ossa e come il diabete costituisca un fattore di rischio osteoporosi.

Lo studio si concentra sulla correlazione e non sulle cause. Esso sosterrebbe che le bibite zuccherate in senso ampio del termine non sembrano tutte correlate ad una riduzione di vitamina D nel sangue ma quelle incriminate sono solo le cole. Infatti sembra vi sia una correlazione statisticamente significativa solo con queste e non con i succhi o con altre bibite gasate.

I risultati di questo studio meritano di essere approfonditi con ulteriori ricerche.

Leggi anche...

Rischio epatotossicità per il tè verde

Gli estratti di tè verde potrebbero causare danni al fegato. A dirlo è l’agenzia per …