Home / Alimentazione / Integratori di calcio, quando assumerli
medicine

Integratori di calcio, quando assumerli

Partendo dal presupposto che gli integratori di calcio sono l’ultima risorsa da cui attingere questa sostanza in quanto potrebbero esserci degli effetti collaterali, qualcuno potrebbe chiedersi quand’è il momento migliore per assumerli. La scelta dipende da tre fattori.

Che tipo di calcio forniscono gli integratori

La prima cosa da fare è controllare l’etichetta degli integratori. Se quello che si va ad assumere è il calcio citrato, esso può essere preso durante o distante dai pasti. Se l’integratore è a base di carbonato di calcio, esso va assunto durante i pasti in quanto gli acidi prodotti dalla digestione ne facilitano l’assorbimento.

Quanto calcio deve essere integrato al giorno

Il processo di assorbimento è più efficiente se il calcio viene assunto in dosi massime di 500 mg perciò, se la quantità da assumere dovesse essere maggiore, va distribuita su più momenti.

Non è obbligatorio ma è meglio assumere gli integratori di calcio non con i multivitaminici o comunque non durante pasti ricchi di ferro, zinco o magnesio in quanto questi ultimi ne riducono l’assorbimento.

Altre terapie in corso

Gli integratori di calcio possono interferire col corretto funzionamento di farmaci come antibiotici, bifosfonati ed antipertensivi. Fate sempre presente al medico che vi suggerisce gli integratori o prescrive gli altri farmaci se state prendendo gli uni o gli altri.

Leggi anche...

Nota 96 dell’AIFA: prevenzione e trattamento per carenza di vitamina D

Lo scorso Ottobre 2018, l’Agenzia Italiana del farmaco emette la Nota 96 che intende regolamentare …